VERSO UN MONDO PIU' VELOCE E QUINDI DIGITALE

Più di 2200 anni fa, lo stratega militare cinese Sun-tzu scriveva che ‘la velocità è l’essenza della guerra, ciò da cui dipende ogni azione di un esercito’. Secondo Sun-tzu, la vittoria appartiene al comandante che riceve le informazioni corrette con tempismo.

Questo modo di pensare di Sun-tzu deve essere fatto proprio da ogni azienda che, indipendentemente dal suo oggetto sociale, deve riuscire a coordinare sempre meglio informazioni e tempi.

Il secolo che si apre davanti ai nostri occhi si manifesta all’insegna della velocità. Pertanto un’azienda in grado di rispondere alle richieste dei clienti nel giro di poche ore, anziché di settimane, si trasforma da società di prodotti in società di servizi che offre anche dei prodotti.

Gli ‘strateghi aziendali’, quindi, devono essere capaci di veicolare verso tutti i collaboratori l’idea che la sopravvivenza dell’azienda dipende dalla capacità di ciascuno di agire nel modo più rapido possibile.

Nell’era del multimediale, l’utilizzazione delle informazioni digitali è il principale fattore di acquisizione della più volte menzionata velocità. Infatti, utilizzando questo tipo di informazioni, è possibile migliorare in modo radicale la propria posizione rispetto a quella dei concorrenti in quanto si è più rapidi nel presentare nel conoscere le tendenze del mercato e presentare nuove proposte.

Il progressivo abbandono del mondo cartaceo, burocratico e dispersivo, a favore di quello digitale e quindi capace di elaborare informazioni in modo più rapido, essenziale e produttivo, consentirà un più veloce e facile deflusso della conoscenza e dell’informazione.

Le aziende che hanno intenzione di farsi conoscere e di approcciare i clienti a tutto campo (senza la difficoltà di dover trovare dei luoghi di facile contatto con i consumatori) dovrebbero tenere a mente queste osservazioni perché con Internet queste hanno modo di crearsi una vetrina aperta sul mondo e non su una strada, magari anche famosa ma comunque una sola strada.